I colori dell’armocromia

Posted on
«I colori più intensi ci tingono le emozioni.»
I colori interagiscono con l’anima, la denudano di ogni sua componente, la rendono libera e visibile ai nostri occhi e a quelli di chi ci circonda.
E’ comune il fatto che ad ogni colore corrisponda uno stato d’animo; la scelta di quello che desideriamo indossare ci rende inconsapevoli che siamo in possesso di uno strumento formidabile che agisce sulla nostra coscienza in modo del tutto automatico. L’abbigliamento del colore prescelto lavorerà, infatti, tutta la giornata sulle nostre emozioni.
Non tutti, però, hanno un rapporto d’amore con i colori, molti se ne discostano, altri sono timorosi.
E voi?
Io vivo un rapporto di pura passione con tutto ciò che dona luminosità e allegria. Dai colori pastello a quelli più intensi. Quando io penso alla bellezza e alla radiosità le penso a colori.
Basta guardarsi intorno è notare che tutto ciò che dona vita è a colori: i paesaggi, le poesie, gli occhi di cui ci si innamora perdutamente, il mare, i tramonti, l’amore.
E quindi perché dovrebbe essere diversamente per il nostro guardaroba?!
Anche la moda si è avvicinata già da tempo a collezioni interamente dedicate ai colori, modelle quasi simili a tavolozze di pittori sfilano infatti sulle passerelle, sia d’estate che d’inverno.
E noi come possiamo rapportarci e valorizzarci con essi?
In questo contesto entra in gioco la teoria dell’armocromia.
Ne avete mai sentito parlare?
Io ho avuto modo di conoscerla approfonditamente – con un test in prima persona che mi ha dato modo di apprezzarla successivamente tantissimo – grazie all’invito graditissimo della bravissima e professionale Daniela Salinas, consulente di immagine.
Ammetto di essere stata da sempre molto attenta all’accostamento dei colori soprattutto per i miei look, ma devo ammettere che da quando ho appreso le linee guida dell’armocromia il mio occhio clinico è ancora più preparato non solo in campo dell’abbigliamento, ma anche per il beauty.
Ma andiamo per step, poiché sono sicura che dopo aver terminato di leggere il mio articolo anche voi sarete incuriositi e vi metterete in gioco.

Che cos’è l’armocromia?

Cerchio dell'analisi dei colori dell'armocromia: vengono divise le diverse tonalità di pelle, capelli e occhi secondo le stagioni dell'armocromia. Fonte: Pinterest

Fonte Pinterest, the concept wardrobe.

La teoria dell’armocromia è una scienza associata alle caratteristiche naturali dell’uomo (mix di pelle, capelli e occhi) nata in America negli anni ’50 e importata poi in Italia circa dieci anni fa.

Si chiama armocromia perché i colori devono creare per appunto armonia ed equilibrio al nostro incarnato, conferendo un aspetto raggiante e riposato se sono colori adatti per noi, o un volto stanco e segnato se i colori vengono descritti come “nemici”.

Per determinare le caratteristiche elencate ci si avvale di molteplici tecniche, la più famosa (quella che ho provato anche io con Daniela Salinas) si chiama draping, che consiste nell’avvicinare al nostro viso struccato vari drappi di stoffa colorati per vedere quali ci valorizzeranno maggiormente.

E’ questa una tecnica oltre ad essere interessante anche molto divertente! Sono rimasta stupita di quanto colori che amassi non mi donavano per nulla, differentemente da altri utilizzati molto meno che invece mi regalavano luminosità facendo anche assottigliare le occhiaie di troppo (dovute al no make up!).

Una volta definito questo si potrà conoscere quali sono i colori ad hoc per il nostro abbigliamento, trucco, accessori e gioielli selezionando la nostra stagione di appartenenza.

Ma cosa sono queste stagioni?

Sono una sorta di gruppi – suddivisi in ulteriori sottogruppi e sottotoni (importante il sottotono in quanto  identifica la caratteristica principale ossia il colore reale della nostra pelle, e la temperatura di quest’ultima che può essere calda o fredda) – in cui si viene classificati in base al nostro incarnato.

Dal mio test sono risultata essere una SUMMER COOL: una palette con colori freddi soprattutto a base rosa e blu.

E tu che stagione sei?

Estate

Chi appartiene alla stagione estate (proprio come me) è chi ha la caratteristica di avere capelli biondi o castani chiari, occhi azzurri o verdi. Le nuance saranno fresche e delicate come rosa, lilla, azzurro e per le labbra toni freddi che spaziano dal ciclamino, fucsia o rosso ciliegia.

Fonte Pinterest.

Inverno

La stagione inverno solitamente viene associata ad una persona con occhi chiari (verdi o azzurri) o scuri (neri o castano scuro). La palette varierà con colori brillanti come il fucsia, magenta, verde brillante, oppure sfumature che andranno dal nero, caffè fino al marrone.

Fonte Pinterest.

Autunno

Chi è classificato nella stagione autunno è chi ha capelli castani con incarnato chiaro dorato o con capelli biondi medi e occhi nocciola/verdi. La palette seguirà toni molto più caldi come verde scuro, cammello, champagne, bronzo e ambra.

Fonte Pinterest.

Primavera

Chi è primavera infine avrà un incarnato ambrato e capelli rossi con occhi nocciola, azzurri o verdi. I colori ad hoc saranno arancione, giallo e corallo.

Fonte Pinterest.

Per concludere l’armocromia è indispensabile per vestirsi?

Non indispensabile, ma sicuramente utile. Ognuno ha comunque i propri gusti, ma avere un consiglio in più su cosa riesce a mettere in risalto la nostra bellezza facendoci sentire più sicure di noi stesse, a mio parere, è un quid in più da non sottovalutare.

Perciò io direi di osare, poiché anche se si dice che l’accessorio più bello di ogni donna sia il suo sorriso se questo brilla di arcobaleno lo è ancora di più!
Io indosso l’estate, e voi?
Vi aspetto come sempre anche sul mio profilo Instagram @veryblond .
XOXO
1 Response
  • Marina Di Stefani
    29 . 01 . 2021

    Sono autunno! Mi piace!

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *