Weekend romantico nel Cilento

Posted on

E’ estate! E durante l’estate si deve sorridere tanto, far camminare la nostra anima, sperimentare, assaggiare, avventurarsi, scoprire e scegliere, continuamente.

E’ arrivato il tempo da dedicare a noi stessi dopo un anno di duro lavoro, di pensieri pungenti e di tutto ciò che ci appesantisce.

Avete già scelto la vostra meta di fuga per le vostre vacanze?

Qualsiasi sia la vostra risposta, oltre ai luoghi che vi ho proposto fino ad oggi, questa volta voglio farvi conoscere una nuova terra. E’ un luogo, appartenente sempre alla nostra splendida Italia, di cui noi ci siamo follemente innamorati nell’ultimo weekend, e sono sicura che a fine racconto sarà lo stesso anche per voi: il Cilento.

Cilento.

Il Cilento è una terra meravigliosa in cui si fondono arte, storia, natura e buon cibo.

Si trova nella zona meridionale della mia regione, la Campania, sospeso tra mari e monti nella provincia di Salerno. L’area, patrimonio UNESCO, nasconde spiagge segrete, scogliere, borghi di pescatori ed importanti siti archeologici.

Questo pezzo di paradiso ha così tanti luoghi da visitare che si rischia di perdersi nelle sue numerose bellezze.

Da Agropoli fino a Vibonati, passando per Ogliastro Marina, dove il mare limpido non teme confronti con destinazioni tropicali, il Cilento è tutto bello e tutto da vedere. Mare e montagna, movida e romanticismo, tradizione e innovazione, cultura e divertimento, qualunque sia la vostra vacanza perfetta qui troverete tutto quello che desiderate.

Lontana dal caos tipico di alcune zone della Campania, il Cilento è indicato per un bel weekend romantico, distanti da tutto e da tutti.

Vi ho già mostrato con entusiasmo tramite un video – che trovate sul mio profilo Instagram @veryblond – la nostra esperienza in Cilento e il continuo stupore per la scoperta di una meraviglia dopo l’altra.

Ma quali bellezze voglio raccontarvi nello specifico? Scopriamolo insieme!

Cilento.

CILENTO DA VIVERE

Durante la nostra fuga romantica alla scoperta del Cilento siamo stati ospiti di una struttura che ci ha fin da subito incantato.

Nella frazione di Sessa Cilento (a 20 minuti dal mare) c’è il Relais Palazzo del Baglivo, un’antica dimora storica incastonata nel verde della vallata circostante. Un’oasi dove il tempo non segue più il ticchettio dell’orologio, ma bensì quello dei battiti delle emozioni del cuore.

Palazzo del Baglivo è uno splendido Resort ricavato da un antico palazzo nobiliare medievale del 1200: il suo atrio trionfale, la meravigliosa terrazza per la colazione, la piscina con bar, la jacuzzi e l’incantevole Spa, ricavata all’interno di un antico Frantoio Oleario, vi faranno innamorare.

Relais Palazzo del Baglivo.

Il nostro magico soggiorno in Cilento ha così avuto inizio proprio qui. Un weekend all’insegna della favola e dell’assoluto relax.

Siamo stati accolti dal sorriso e gentilezza di Cristiana e Carmen che con estremo amore per il proprio lavoro ci hanno coccolato e fatto assaporare tutto l’incanto della loro favolosa struttura.

Ci hanno riservato una suite a due piani collocata all’interno della torre del Palazzo. La bellezza? Difficile da descrivere a parole. La cura dei dettagli dell’arredamento, il terrazzino privato con vista sul verde della collina, il silenzio, il profumo della natura che ci abbracciava hanno reso tutto estremamente perfetto.

Suite Relais Palazzo del Baglivo.

Vedere l’alba dalla nostra stanza è stato il tripudio della meraviglia di questo posto per davvero incantato.

Palazzo del Baglivo è stato il luogo giusto per rilassarci in tutto e per tutto, un distacco dal caos della città ritemprando mente e corpo a 360 gradi.

Il percorso di 70 minuti all’interno della Spa del Frantoio, subito dopo la nostra giornata al mare, è stato poi un grande regalo e un vero toccasana. Basta prenotarlo alla reception e potrete godere di un’esperienza a coppia sensoriale e super rilassante.

Spa nell’antico Frantoio Oleario, Relais Palazzo del Baglivo.

La Spa è molto caratteristica per le sue pareti di roccia e legno con candele, giochi di luci e profumi. Qui abbiamo usufruito per il nostro benessere dell‘idromassaggio, di una doccia emozionale, della sauna e dell’angolo tisaneria. Cosa chiedere di più?

Inoltre c’è anche la possibilità di poter godere di una seduta di trattamenti e massaggi.

Ma la bellezza della location non termina qui.

Al mattino il vostro buongiorno sarà uno dei più belli potendo sorseggiare un ottimo cappuccino e caffè sulla terrazza del giardino immersi tra fiori, orto biologico, angolo piscina e l’intera vallata che a picco discende sul Palazzo.

Colazione in terrazza, Relais Palazzo del Baglivo.

Avremmo voluto che la colazione in quell’angolo di paradiso non terminasse mai!

Ma come vi avevo già anticipato le coccole del Resort erano in continua crescita.

Rigenerante è stato trascorrere del tempo anche nella jacuzzi panoramica, dove l’unico pensiero era quello di lasciarsi inebriare dal contesto naturale che ci circondava.

Jacuzzi panoramica, Relais Palazzo del Baglivo.

Jacuzzi panoramica, Relais Palazzo del Baglivo.

Il nostro momento preferito però dell’intero soggiorno qui è stato il bagno in piscina all’ora del tramonto con aperitivo a base di delizie dei prodotti locali cilentani.

Aperitivo in piscina, Relais Palazzo del Baglivo.

Luci soffuse, melodia di chitarra sotto il chiarore della luna, sorrisi, promesse, poesia.

Il soggiorno presso il Palazzo del Baglivo è stata un’esperienza a tutto tondo che ci ha concesso momenti di assoluta intimità. Il luogo ideale per vivere il Cilento lasciandosi ritemprare dal clima fresco della montagna e la limpidezza del mare che riempie gli occhi di pura bellezza.

Tra l’altro la sua posizione vi permetterà di raggiungere in 20 minuti la spiaggia più bella del Cilento quella di Baia Arena fatta di sabbia bianca, mare cristallino e pineta, e allo stesso tempo di poter godere della peculiarità dei borghi circostanti come quello di Perdifumo o le più rinomate come Ogliastro e Castellabate.

 

CILENTO DA SCOPRIRE

Spiaggia di Baia Arena

A 20 minuti dal Relais Palazzo del Baglivo nella località Case Del Conte c’è una spiaggia che mi ha letteralmente rapito per il suo fascino naturale, per la sua immensa pineta che a grappolo discende sulla costa, per la sabbia fine e dorata e per le sue acque azzurre: la spiaggia di Baia Arena.

Baia Arena.

La spiaggia è molto lunga e in alcune zone è anche abbastanza ampia. L’arenile è particolarmente adatto anche ai bambini perché il fondale del mare è basso e permette anche ai meno esperti di nuotare un po’ più a largo.

La spiaggia di Baia Arena è sia spiaggia libera che arenile costellato da numerosi lidi, come quello di Baia del Sole che con chiostri, bar e anche angolo ristorazione ha reso ancora più piacevole la nostra giornata di mare: da non perdervi assolutamente il piatto “acquasale”, tipico cilentano. La mangiavano i pescatori a bordo delle barche dove portavano il pane biscottato, l’olio e i pomodorini rossi. Il sale non serviva, perché tutto si spruzzava con l’acqua del mare. A questo piatto oggi si aggiungono anche la mozzarella e il tonno, per renderlo ancora più squisito e saporito!

Nel caso raggiungesse, come noi, la baia con l’auto, i parcheggi si trovano lungo la strada di accesso alle spiagge.

Il momento più bello vissuto qui? L’ora del tramonto in riva al mare. Ore 20.15 spiaggia semi deserta, mare che accarezza la sabbia, natura che si tuffa nei nostri occhi, profumo di cose belle, amore e un tramonto per due: un inno alla gioia di esistere.

Tramonto a Baia Arena, Cilento.

 

Ogliastro Marina

La baia di Ogliastro Marina, sito del Comune di Castellabate, è davvero delizioso per la sua quiete e per il suo paesaggio. Oasi di pace e tranquillità la pineta è il suo cuore pulsante dove gli odori e i colori della macchia mediterranea concedono splendidi scorci sulla natura nella sua più intima espressione. Tra Baia Arena e Ogliastro Marina c’è il lungomare delle tartarughe così chiamato per i molteplici episodi in cui è stata scelta dalle tartarughe Caretta Caretta per deporre le uova, a testimonianza della qualità delle acque di questo luogo incontaminato.

Ogliastro Marina, Cilento.

La spiaggia di Ogliastro Marina è una spiaggia di circa 200 metri ed è accessibile dalla piazzetta della località marina e si estende verso il promontorio di Punta Licosa. Su questa spiaggia sono presenti diversi lidi, ma non mancano le zone libere.

Ciò che vi consiglio è di sostare anche nella pineta, l’ombra degli alberi accompagnato solo dal canto delle cicale e degli uccellini presenti, vi incanteranno. Un pic-nic, come abbiamo fatto noi distesi in questo ambiente incastrato tra amore e infinito, sarà il fiore all’occhiello di questo weekend in Cilento.

Ogliastro Marina.

Dominati da fortezze difensive, adagiati su colle o a ridosso della costa, il Cilento nasconde anche bellissimi borghi e paesini che meritano di essere scoperti per conoscere la vera essenza del luogo.

Scopriamone alcuni insieme.

Borgo di Perdifumo

A pochi minuti dal Relais Palazzo del Baglivo c’è questo piccolo, ma caratteristico paesino, Perdifumo, il cui nome pes de flumine”, ossia “ai piedi del fiume”, fu dato nel Medioevo a causa della sua conformazione geografica nei pressi di un torrente.

Un luogo affascinante e pregno di storia ritrovabile nella sua piazza principale con la torre del municipio, negli antichi fontanili, e nelle viuzze in cui è tangibile il tempo della scoperta, dell’antico e del nuovo.

In questo delizioso borghetto, allietati da un’aria fresca quasi tipica di fine estate, abbiamo cenato presso il locale A’ Ro’ Squerc , ottimo per le sue pizze (e se ve lo garantisce una napoletana potete starne certi!) e per i suoi panini con gustosa carne di alta qualità.

Perdifumo, Cilento.

Borgo di Santa Maria di Castellabate

A soli 18 minuti dal Palazzo del Baglivo sorge anche Santa Maria di Castellabate e un giretto qui in tarda serata, come abbiamo fatto noi, non può mancare!

Il borghetto è molto vivo, le viuzze che lo ricamano sono piene di bancarelle che vendono oggettistica di vario tipo, bar e ristoranti.

L’atmosfera che si respira è quella tipica dei paesini affacciati sul mare che sembra essersi fermato agli anni ’60.

Santa Maria di Castellabate.

Lasciata l’auto nel parcheggio a pagamento nei pressi della piazzetta principale si può godere di una splendida passeggiata dritti verso la spiaggia. Uno spettacolo unico. Il cielo pieno di stelle che si riflette in un mare trasparente (anche di notte) con le lucine che illuminano la Torre Perrotti, ed in più i fuochi d’artificio che inaspettatamente hanno fatto da cornice all’intera scenografia, ci hanno dato l’idea di esserci catapultati in un quadro.

Bellezza, genuinità, profumo di mare, spensieratezza, felicità.

 

Siamo andati via con la bellezza negli occhi e con nuove melodie semplici, ma con il mare dentro. Un weekend descritto da un andamento lento, ritmo che ci ha fatto assaporare appieno, anche se per poco, la magia del Cilento. L’incredibile pullulare di bellezza si è incastrata nei nostri sorrisi e l’azzurro dei paesaggi nella nostra vita. Una terra dove torneremo sicuramente per esplorarla ancora più approfonditamente e visitare tutti gli altri borghi e scorci paradisiaci immersi nel Parco naturale del Cilento.

 

Spero come sempre di avervi ispirato, lasciato input e linee guida per apprezzare le meraviglie che ci circondano.

Cercate sempre gioia, amore e felicità, ed una volta trovate restate lì.

Che sapore ha la vostra estate?

 

Buona estate.

Al prossimo racconto.

 

Come sempre vi aspetto anche sul mio profilo Instagram @veryblond .

 

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *