Cilento: tra natura e mare

Settembre. Ho sempre percepito questo mese come il primo dell’anno, come i lunedì, come i primi giorni di primavera. C’è nella natura, nell’aria la stessa dolcezza e lo stesso respiro di attesa.

E’ il mese simbolo di rinascita e di qualcosa che ci sprona a ricominciare.

Sono davvero contenta di inaugurare settembre – qui sul mio blog – raccontandovi dell’ultima esperienza estiva vissuta, per la seconda volta, nella nostra amata terra cilentana.

Cilento.

Come già vi ho copiosamente descritto nel mio ultimo articolo il Cilento è una culla di bellezze, sapori e colori, che conquistano talmente tanto da averci riportato da lui anche nella nostra ultima settimana di vacanze.

Diversamente dall’ultima volta, in questo nuovo soggiorno, la nostra destinazione è stata presso la località di Ogliastro Marina a picco sul mare, dove ad attenderci c’era la meravigliosa e accogliente struttura B & B Villa Gorga.

Nei miei viaggi, sia quelli all’estero che nella nostra bella Italia, ciò che ho sempre ricercato è la perfetta sintonia con l’ambiente che mi circonda, con il cielo, con la gente del posto, con l’energia della natura e con il mare.

Sono fortunata ad aver visto, in 31 anni, tantissimi luoghi che mi hanno emozionata, altri meno, ma tutti mi hanno lasciato, sotto aspetti diversi, sensazioni così intense da farmi sentire parte di essi.

Ed è questo ciò che più conta quando si viaggia. Non esistono città o luoghi più belli l’uno dell’altra, esistono posti che però lasciano un segno tangibile, quelli in cui ci si sente subito a casa, quelli in cui mente e cuore trovano il perfetto equilibrio.

Questo mix di emozioni positive ha avuto perfettamente la sua collocazione nel Cilento e in particolar modo nel B & B Villa Gorga, dove la cordialità, l’entusiasmo e la professionalità della famiglia che lo gestisce ci ha letteralmente fatto sentire più residenti che turisti.

B&B Villa Gorga, Cilento.

Non è stata la prima volta per noi quella di alloggiare presso un B & B, ma questa in Villa Gorga è stata una vera coccola durata dall’inizio fino alla fine del nostro pernottamento.

DOVE ALLOGGIARE NEL CILENTO A 5 MINUTI DAL MARE?

Come vi dicevo Villa Gorga è stata la nostra “casa” in questa vacanza cilentana.

B&B Villa Gorga, Cilento.

Il Bed and Breakfast è situato a Castellabate nella frazione di Ogliastro Marina in zona Arena, a pochi metri dal mare (infatti noi raggiungevamo la spiaggia di Baia Arena a piedi.) La location è una vera oasi di piacere e relax! Giardino vista mare, natura a perdita d’occhio, comfort di ogni tipo, camere confortevoli, e colazioni con prodotti freschi e tipici sono il fiore all’occhiello di questa struttura incantevole.

Il nostro soggiorno qui è stato “esperienziale” ,ci siamo sentiti a casa fin da subito e perfettamente a nostro agio.

L’empatia poi dei proprietari ci ha colpito tantissimo, e la loro disponibilità soprattutto per i consigli regalatoci e la loro cura di colmare ogni nostra esigenza, hanno permesso di creare oltre ad un rapporto tra cliente e proprietario un vero e sincero legame umano, ed è ciò a cui più tengo nei miei viaggi di piacere.

Oltre alla bellezza del giardino, ideale per qualche ora di distacco dal caos cittadino sorseggiando un buon caffè o un ottimo vino locale ammirando la meraviglia delle piante presenti, ciò che più ci ha fatto innamorare è stato il risveglio qui in Villa Gorga, accompagnato sempre da gustosissime e buonissime colazioni.

Ogni mattina ci attendeva una tavola ricolma di prelibatezze: dai cappuccini fatti ad opera d’arte, fino ai fichi bianchi cilentani prodotti dai loro alberi, frutta di ogni tipo, saporitissime torte (da quella amarena e mandorle fino alla più deliziosa in assoluto fichi e ricotta) per arrivare poi ai cornetti, ai biscotti fatti in casa e all’immancabile e profumatissimo caffè. 

B&B Villa Gorga, Cilento.

Come non potrebbe essere un buongiorno perfetto con una colazione così?

La cura nei dettagli, l’amore della famiglia Gorga per il loro lavoro, i tramonti vista mare, l’aperitivo nella splendida dependance, il profumo del giardino, i sorrisi, la spensieratezza e le lunghe e piacevoli chiacchierate sono tutto ciò che hanno reso meraviglioso il nostro soggiorno e ci hanno fatto crescere ancora di più la voglia di ritornare nel Cilento e qui a Villa Gorga!

B&B Villa Gorga, Cilento.

C’è tanto lavoro dietro i sorrisi aperti della famiglia Gorga, c’è la passione, c’è l’amore per il territorio e per l’autenticità dei prodotti offerti, tutti requisiti che io ricerco in ogni viaggio che faccio.

Mi piace non solo arricchirmi del paesaggio e del luogo che visito, ma amo interfacciarmi con nuove personalità alle quali offro il mio sapere e ricevo le loro conoscenze. Uno scambio che riempie il proprio bagaglio di esperienze personali. Non smetteremo mai di ringraziare Villa Gorga per questa accoglienza delicata e colorata.

Vi lascio anche il sito web del B & B (www.villagorga.it ) qualora siate interessati a prenotare un prossimo soggiorno!

Noi ce ne siamo innamorati e sono sicura che dopo il mio racconto, le mie vere e forti emozioni e le foto scattate, sicuramente anche voi sarete ispirati a provare una magica vacanza qui.

B&B Villa Gorga, Cilento.

 

MA COSA POTER VISITARE A POCHI PASSI DALLA VILLA?

Ogliastro Marina e la riserva naturale di Punta Licosa

Il B & B Villa Gorga sorge proprio nel centro di Ogliastro Marina. Un borgo di pescatori incastonato tra pinete verdeggianti, mare cristallino e insenature mozzafiato. Di questa variopinta cittadina e delle sue spiagge come quella di Baia Arena ve ne ho già parlato dettagliatamente nel mio precedente articolo.

Ogliastro Marina, Cilento.

In questo secondo soggiorno però siamo riusciti a visitare anche, con grande piacere, l’incontaminata riserva naturale di Punta Licosa raggiungibile per l’appunto da Ogliastro Marina.

Sapevate che questo promontorio a strapiombo sul mare è di proprietà privata?

Si racconta sia stata vinta in una partita a carte e oggetto di una pluridecennale contesa giudiziaria tra la famiglia Granito Pignatelli di Belmonte e la famiglia Boroli, proprietaria della De Agostini. Pertanto non è accessibile al pubblico e non è facile accedervi.

Il sentiero e la spiaggia sono però raggiungibili sia a piedi che in auto tramite la strada che parte da Ogliastro Marina. I chilometri da percorrere, tra andata e ritorno, sono circa 5. Attraversarli vi farà godere di posti unici e circondati dalla natura, un paesaggio sublime che si snoderà prima sul porto di Punta Licosa, poi sulla spiaggia, dove è possibile ammirare tutta la bellezza dell’isola di Licosa e il suo faro. 

Punta Licosa, Cilento.

Ciò che è particolare qui a Punta Licosa è l’immergersi in un luogo dove l’uomo ha costruito poco e la natura con i suoi pini, ed il profumo di bosco, ha preservato a noi uno spettacolo più che raro. Natura, mare, spiagge e l’isola di Licosa rendono il sentiero uno dei più affascinanti del Cilento.

La spiaggia è selvaggia, quasi incontaminata. La posidonia (alga marina) ne preserva l’erosione. Il mare è turchese e farsi un bagno a Punta Licosa è un’esperienza da vivere che vi consiglio assolutamente di fare.

CURIOSITA’ TRA MITI E LEGGENDE: C’è dietro la magia di Punta Licosa anche un mito, quello della sirena Leucosya narrato da Omero nell’Odissea. Tutti sappiamo come durante la sua “Odissea”, Omero, sia riuscito a non farsi ammaliare dal canto di tre sirene. Queste, Leucosia, Partenope e Ligea, vivevano sugli scogli della baia di Salerno. Secondo la leggenda, le tre sirene, vinte da Ulisse, si lasciarono cadere in mare gettandosi da un’alta rupe. Il corpo di Partenope raggiunse le foci del fiume Sebeto, dove i cumani fondarono Neapolis, l’attuale Napoli. Il corpo di Ligea giunse fino in Calabria. Leucosia, invece, giunse nei pressi dell’attuale Paestum, nel golfo di Poseidonia, dando il nome all’isola di Licosia e quindi Punta Licosa.

Punta Licosa, Cilento.

Punta Licosa, Cilento.

Punta Licosa, Cilento.

Castellabate

Il B & B Villa Gorga dista anche a soli 15 minuti di auto dal borgo fiabesco di Castellabate. Noi abbiamo deciso di visitarlo durante l’orario del tramonto quando il sole picchia meno ed il paesino è ancora poco affollato. Dopo una strada in salita super panoramica, abbiamo lasciato l’auto al parcheggio Elios poco distante dal Belvedere San Costabile al costo di 3€. Da qui vi troverete dinnanzi ad un panorama spettacolare! Il Belvedere è uno dei punti panoramici più belli da cui si gode di uno splendida vista sul golfo circostante. Di fronte a noi Santa Maria di Castellabate e, in lontananza, anche l’isola di Capri. Le mille lucine che illuminano l’intero golfo rendono lo scenario simile ad un quadro impressionista. Un paesaggio romantico che scalda il cuore e riempie di gioia.

Castellabate.

Ma la scoperta di tutto il borgo è affascinante! Si presenta imponente con le sue mura medievali, il Castello dell’Abate da cui prende il nome il paese. Labirinti di vicoletti costellati da negozi, botteghe, ristoranti e bar rendono Castellabate simile ad un presepe. Percorrendo le stradine strette e variopinte ci si ritrova poi davanti alla famosa targa con la frase Qui non si muore di Gioacchino Murat, che compare nel film Benvenuti al Sud”. Una piccola curiosità: la targa fu apposta per il bicentenario dell’arrivo di Murat nel paese.

Vi invito a cenare in uno dei tanti ristorantini tipici del borgo, la magia che respirerete sarà unica. Noi ci siamo fermati al ristorante “il Divino” proprio nella piazzetta principale di Castellabate. Il proprietario cortese e disponibile ci ha addirittura riservato un tavolo per due che era posizionato su un balconcino panoramico. Una serata magnifica. Lume di candele, calici di vino, ottimo cibo, sorrisi, amore e tanta felicità. (Per quanto ci siamo trovati bene ci siamo ritornati anche una seconda sera.)

Ristorante “Il Divino”, Castellabate.

Scorci di palazzetti antichi incorniciati da fiori vivaci e mattonelle di Vietri. Finestrelle con tendine ricamate. Negozi e locali così belli che sembrano usciti da un dipinto. Il tutto descritto da mille stelle e una luna piena luminosissima. Questa è Castellabate ed è stata pura meraviglia ai nostri occhi. Il borgo è piccino ma, davvero grazioso. Aldilà del film che lo ha reso famoso, merita davvero una visita.

Castellabate.

Acciaroli

Un’altra frazione che vi consiglio di visitare è Acciaroli che dista una ventina di minuti da Ogliastro Marina.

Adagiato intorno al suo porticciolo, il borgo è una frazione di Pollica. 

Acciaroli è un luogo sospeso tra terra e mare, dove la vita scorre lenta e dove forte è il mito di Ernest Hemingway. Si racconta infatti che lo scrittore statunitense, nel suo viaggio in Italia, fece tappa ad Acciaroli dove conobbe i pescatori cilentani.

Le sue spiagge caratterizzate da un mare azzurro vi incanteranno, il suo centro storico caratteristico e pieno di vita vi entusiasmerà così come le viuzze grondanti di ristorantini e casette in muratura. Anche qui abbiamo cenato in un posticino adorabile “La Taverna del Guarracino” proprio nella piazzetta della cittadina incorniciato da alberi di magnolie e bounganville colorate. Una serata incantevole, una cena gustosa a suon di onde del mare e della brezza estiva che inondava i pensieri belli e profumati di amore.

Acciaroli.

 

Vivere, viaggiando alla scoperta di questi luoghi, per me significa conoscere, vedere, sentire con tutti i miei sensi. Ed è solo in questo modo che il mio spirito si nutre degli alberi, delle loro storie, dei fiori, del mare e di tutto ciò che li anima. Vivere, raccontandovi di questi luoghi per me è un vero e proprio sentimento.

Come vi dico sempre sperò di avervi coinvolto e soprattutto regalato attimi di infinita bellezza dei posti che ci circondano, vicini e lontani.

Scoprite, entusiasmatevi, custodite la vostra felicità e non perdete mai la voglia di fare. 

E’ questo il motore della nostra vita.

Cilento.

Al prossimo racconto.

Per scoprire nuovi posti nel Cilento vi rilascio il link del mio vecchio racconto: “Weekend romantico nel Cilento” .

 

Vi aspetto anche sul mio profilo Instagram @veryblond .

2 Responses
  • Massimo
    31 . 01 . 2022

    really wonderfull place

    • Veronica D'Onofrio
      08 . 02 . 2022

      <3

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.