Capri: l’isola azzurra

Posted on
Mare cristallino, panorami mozzafiato, tramonti d’amare e location da sogno? Se queste parole descrivono la vostra idea di “estate” e “relax” tutte insieme si ricollegano ad un’altra delle mie isole del cuore – sempre a pochi passi da casa – sto parlando dell’isola azzurra Capri.
La seconda, per grandezza, isola più grande campana, con la sua forma da principessa dormiente, è da sempre meta di turisti provenienti da tutto il mondo. Scenografia per grandi film d’autore, per pubblicità di prestigiosi brand e piccolo gioiello della moda, Capri mi ha sempre rapito per la sua innata eleganza oltre alle sue bellezze naturali a picco sul mare.
Ma prima di perderci nel mio racconto intriso di emozioni, blu e sensazioni magiche rispondo a tre delle domande più gettonate fattomi durante il mio soggiorno.

Come arrivare a Capri?

La sua vicinanza a Napoli e Sorrento rende Capri una meta ideale per una vacanza “mordi e fuggi”. Ma se volete godere appieno di ogni scorcio che va dai mitici Faraglioni alla Grotta Azzurra, dalla celebre Piazzetta sino alla villa dell’Imperatore Tiberio, allora vi consiglio di dedicarle il giusto tempo.
A Napoli ci sono due moli d’imbarco: Calata di Massa, da dove partono i traghetti e le navi veloci, e il Molo Beverello, da dove partono gli aliscafi.
La durata è per gli aliscafi di 40 minuti altrimenti per i traghetti di un’ora e mezza. Vi consiglio soprattutto nei periodi di alta stagione di acquistare i biglietti in anticipo in modo da evitare brutte sorprese o ancora di più lunghe file ai botteghini.

E una volta giunti a Capri come è possibile muoversi sull’isola?

I mezzi a disposizione per girare l’Isola di Capri sono: la funicolare, gli autobus, i taxi, le barche… oppure passeggiare.

BUS: Non esiste un biglietto giornaliero valido per tutti, bisogna sempre acquistare biglietti per le singole corse. Il biglietto autobus costa 2 euro. Acquistati direttamente sul bus invece 2,50 euro.

FUNICOLARE: La funicolare collega il porto di Marina Grande con la Piazzetta di Capri in pochi minuti. La fermata è alle spalle della Piazzetta. L’orario prevede partenze ogni 15 minuti. 

TAXI: Il taxi è un’alternativa davvero piacevole per girare l’isola. Tutti i taxi sono decappottabili e possono ospitare fino a 7 persone per volta. La maggior parte delle tariffe sono predeterminate. Noi per il tragitto Anacapri fino al porto di Capri abbiamo speso 27 euro.

MOTORINO: Nei periodi di alta stagione non è consentita la circolazione dei veicoli intestati ai non residenti sull’isola. Quindi affittare un motorino a Capri è la soluzione ideale per chi vuole trascorrere una vacanza nella totale indipendenza e comodità. I principali punti di noleggio si trovano a Marina Grande, proprio vicino ai moli di sbarco, a Capri e ad Anacapri.

 

Dove alloggiare a Capri?

I nostri 3 giorni a Capri hanno acquisito un valore aggiunto grazie alla splendida location Residence 2 Pini Capri che ci ha ospitato dotandoci di ogni coccola e comfort.

Il Residence 2 Pini circondato dalla natura, in una posizione strategica, ossia in Piazza Vittoria nelle vicinanze di bus e taxi, offre l’opportunità di vivere la propria vacanza sull’isola in piena indipendenza grazie ai suoi appartamenti e camere che assicurano però la comodità dei servizi di un hotel.

 

Io e mia sorella ci siamo sentite subito a casa. L’aria familiare che si respira, la professionalità dello staff e l’attenta cura dei dettagli sono stati gli ingredienti base per apprezzare a 360 gradi l’intera struttura.

Inoltre il giardino che costeggia l’intera location con limoneti, terrazzo – solarium e idromassaggio ha fatto si che il nostro arrivo a Capri fosse già inondato da una sensazione di altissimo benessere e relax!

La chicca che in più ci ha colpito molto è anche l’estrema vicinanza alla seggiovia di Anacapri che rende il tutto ancora più suggestivo e caratteristico.

Il nostro appartamento con balconcino privato e vista sul mare meraviglioso di Capri era accessoriato di ogni servizio utile: soggiorno/cucina, camera da letto, bagno privato. L’accoglienza poi in camera con il celebre limoncello di Sorrento dell’azienda “I Giardini di Cataldo” ha reso il nostro benvenuto in terra caprese ad hoc.

Raggiungere il Residence 2 Pini Capri dal porto è molto semplice, basta acquistare il biglietto del bus direzione Anacapri e scendere alla fermata di Anacapri Piazza Vittoria.

Residence 2 Pini Capri.

Residence 2 Pini Capri.

Inoltre c’è una bellissima sorpresa per voi in collaborazione con questo Residence!

Utilizzando il mio codice VERYBLOND_CAPRI avrete diritto ad un ulteriore 10% di sconto sulla miglior tariffa garantita disponibile sul sito web www.2pini.com
(Validità fino al 31/10 per soggiorni di minimo 2 notti, esclusi sabato e domeniche.)
Il codice può essere utilizzato solo sul loro sito, nell’area dedicata alla prenotazione, al momento del pagamento.
Non è un gran bel regalo?!

Adesso però, staccate la spina da tutti i pensieri fastidiosi e amari, e seguitemi in questo racconto animato da sbuffi di nuvole che fanno da corona a Faraglioni imponenti, da cieli bellissimi che si tuffano in un mare azzurro, da sorrisi complici di sorelle, dalla voglia di libertà e rinascita dopo un periodo che ci ha reso immobili.

Respirate a pieni polmoni la meraviglia di essere vivi e vivete!

 

 

Cose da non perdere a Capri

Tour in barca

Oramai mi conoscete e sapete benissimo quanto sia forte e profondo il mio amore per il mare e avere la fortuna di godermelo soprattutto dalla barca avvalora il mio rapporto d’amore con lui. Fin da bambina ho sempre costeggiato e nuotato tra le bellezze di Procida e Ischia eppure mi è sempre stato difficile farlo per Capri. Grazie al tour, della durata di due ore circa, organizzato da Costanzo e dal padre il signor Giovanni ( due persone squisite, amanti del mare come me e contraddistinti da molta professionalità) questo mio desiderio è stato realizzato superando ogni mia aspettativa.

Provare l’ebbrezza di poter quasi toccare con mano i mastodontici Faraglioni potendoli anche attraversare ha riempito il mio cuore di gioia. Scovare nuove grotte nascoste da quella rossa a quella bianca, fino ad arrivare a piccole insenature in cui le rocce tendono addirittura ad assomigliare a vere e proprie statue naturali, mi ha fatto innamorare ancora di più della mia terra. Terra ricca di storia, natura, bellezze incontaminate che devono assolutamente essere curate e preservate. Il signor Giovanni inoltre accompagnerà tutto il vostro tour spiegando in modo perfetto e chiaro ogni luogo visitato, regalandovi qualche curiosità sconosciuta o raccontandovi leggende straordinarie. Il tuffo dalla barca poi vista Faraglioni è qualcosa che custodirò gelosamente nei ricordi più belli del mio diario di avventure e racconti. Un’emozione difficile da scrivere a parole!

Per tutte le informazioni utili e necessarie riguardo questo tipo di tour vi lascio qui la pagina Instagram di Costanzo al quale potrete chiedere tutte le vostre curiosità o prenotare un incredibile viaggio tra le onde del mare dipinto di blu.

Seggiovia Monte Solaro

Sono sempre più convinta, a maggior ragione dopo questa esperienza, che i cambiamenti di programmi possono trasformare un’intera giornata in toni ancora più belli e travolgenti di come ci si aspettava! Così è successo per noi.

La nostra idea di partenza era di dirigerci in un luogo completamente differente, ma il ritardo nella prenotazione ci ha poi condotto da tutt’altra parte. Dove? Il tramonto visto da Monte Solaro, tramite il percorso in seggiovia, ha reso il nostro sabato sera incredibilmente magico.

Durante il rapido tour –  della durata di 13 minuti –  sono rimasta completamente estasiata dalla splendida vista del Golfo di Napoli con allo sfondo il Vesuvio, del Golfo di Salerno, della piana di Anacapri, dell’isola di Ischia e dell’incomparabile bellezza del colore del mare.
Monte Solaro è la parte più alta dell’isola di Capri. Dopo il mix di emozioni tra il vuoto sotto i piedi e la leggerezza e senso di libertà alla vista di quel panorama senza uguali, non avevamo però ancora idea della sorpresa di ciò che ci aspettava in cima.

Come sospese su una nuvola, ci siamo trovate circondate da una trapunta di blu. L’intero panorama costellato dai Faraglioni e dalla Costiera amalfitana da una parte, mentre dall’altra le isole di Ischia e Procida a farne da padrone della scena, sono state la cartolina live di ciò che ci si è prospettato dinnanzi!
Due cocktails con finger food vista bellezza, lettini in prima fila davanti ai colori rossi e arancioni di un tramonto senza fine, musica live di sottofondo, chiacchiere spensierate e complici tra due sorelle e la nostra serata aveva toccato tutte le note giuste per un perfetto connubio dei sensi.
L’evento in questione a cui abbiamo partecipato è il SUNSET TOP presente tutti i weekend estivi con un prezzo di 20€ comprendente di cocktails, aperitivo e andata e ritorno sulla seggiovia. Per tutte le informazioni vi lascio il link della pagina Facebook. Un’esperienza emozionale come questa non potete lasciarvela sfuggire!

Tramonto al Faro di Punta Carena

Avete presente quando i pensieri si offuscano, la mente si isola e il cuore batte all’ unisono con la musica della natura? Questa è l’esatta emozione che ho provato nel momento in cui ho ammirato il tramonto alle pendici del Faro di Punta Carena! La bellezza di quest’ultimo che primeggia come un re su tutta l’insenatura ha un fascino che ammalia, e osservarlo mentre il sole lo illumina tuffandosi nel mare infonde energia e sensazioni positive.

In quel preciso momento mi è caduto sulle spalle un po’ tutto il peso dei mesi scorsi, il lockdown, l’essere chiusi in casa con mille e più dubbi, la paura di non poter vivere più come prima. Ma il mare, il profumo della salsedine, i colori così perfetti che si mescolavano nel cielo, hanno acquietato tutti i timori lasciando solo il velo di una forte speranza e di una fiduciosa grinta per tutto ciò che arriverà.
Il completo in pizzo che indosso in foto, in perfetto pendant con il contesto generale, è dell’azienda Millè Milano che mi ha fatto compagnia in questi giorni capresi, regalandomi l’eleganza giusta simbolo di questa isola splendente.
Faraglioni in via Tragara

“Parlami d’amore Mariù tutta la mia vita sei tu!”

E sulle note di questa canzone vi accompagno in un sogno percorso tra gli scorci di via Tragara che conducono alla ricerca della luce che spicca sul belvedere dal quale potrete ammirare i Faraglioni, quasi come se poteste toccarli. Via Tragara è una delle più belle passeggiate da non perdere a Capri, splendida e caratteristica anche per i suoi vialetti decorati da migliaia di fiori variopinti: hibiscus, palme, violette, bungavillee ogni angolo vi farà innamorare!

Anche in questo caso ad accompagnarmi nella mia passeggiata il maxi dress di Millè Milano, fresco, chic ed elegante è risultato perfetto per la mia mattinata circondata dalla bellezza di Capri.

Via Tragara inizia dopo via Camerelle, la strada dello shopping e delle grandi firme. Basta svoltare in fondo a sinistra, percorrendo la piccola salita per arrivare a destinazione.
Giardini di Augusto
Un altro punto meraviglioso dal quale poter godere la vista dei Faraglioni è ai Giardini di Augusto. Un insieme di terrazze fiorite che fanno da cornice all’immenso panorama blu di Capri e di Marina Piccola. Da qui i vostri occhi potranno posarsi anche sulla suggestiva via Krupp, una strada a tornanti costruita per volontà dell’industriale Alfred Krupp. Mette in collegamento la Piazzetta di Capri e Marina Piccola.
Il mio consiglio? L’orario ideale per visitare i Giardini di Augusto è la mattina presto o il tardo pomeriggio. In questo modo eviterete la folla e il sole cocente!
Inoltre prima di arrivare nei giardini obbligo è fermarsi al piccolo chioschetto di granite al limone o di qualunque altro frutto preferiate, per refrigerarsi così da godere il panorama ancora più energici! E’ un vero must da provare se si arriva a Capri.
La Piazzetta

Simbolo di mondanità e ritrovo per tutte le età, la Piazzetta di Capri è il fulcro attorno a cui ruota tutta la vita dell’isola. Difficile non fermarsi qui dove oltre a un susseguirsi di caffè bar e locali si trova anche la stazione della Funicolare che si apre su una terrazza incorniciata da bianche colonne e affacciata sul Golfo di Napoli.

In questa piazza si erige in tutta la sua bellezza la Torre dell’Orologio. Il simbolo della Piazzetta è senza dubbio questa piccola torre, dove il battito delle campane ogni quarto d’ora segna il tempo lento dell’Isola.

In questi scatti in Piazzetta per completare il mio look ho utilizzato l’adorabile borsetta di Ricicludeliadevil.

 

Dove mangiare?

Ma Capri non è solo mare, panorami da lasciar senza respiro e serate mondane. Capri è anche buon cibo, specialità della tradizione napoletana, ottimo pesce e piatti di eccellente gusto.

Vi lascio due dei ristoranti che abbiamo provato e apprezzato in terra caprese e che vi consiglio di testare se deciderete di soggiornare in questa isola bella.

Da Gelsomina

Ad Anacapri c’è un posto magico: Da Gelsomina il resort con b&b, ristorante e piscina situato a pochi passi dallo scenografico belvedere della Migliera a picco sul mare.

La location che ci ha accolte è meravigliosa: una immensa piscina all’entrata regala il benvenuto nel ristorante dal clima familiare e dalla attenta cura ai dettagli. Il ristorante Da Gelsomina è famoso per la cucina tipica e tradizionale; noi siamo rimaste entusiaste per la loro specialità: i ravioli capresi! Vi consiglio di provarli senza alcun dubbio. Così come i paccheri al tonno, con pomodorini rossi e gialli e spolverata di tarallo, e per la frittura di pesce: un vero tripudio dei sensi. Nel giardino inoltre vengono poi coltivate le verdure e c’è una piccola vigna da dove si ricava un ottimo e fresco vino bianco. Rapporto prezzo e qualità ottimo!

Ristorante Al Caprì    

A pochi passi dalla Piazzetta di Capri c’è il Ristorante Al Caprì.

Anche qui ci siamo trovate benissimo. La location accogliente e i piatti buoni e ricchi esprimono la sintesi tra tradizione ed innovazione. La vista sul mare poi rende il tutto molto romantico e suggestivo.

Il nostro menù ha spaziato da un primo piatto alla Nerano, un secondo di salmone con salsina all’arancia tutto accompagnato da un ottimo vino bianco, per terminare poi con un tiramisù scomposto che ci ha letteralmente fatto innamorare! La versatilità degli ambienti, la professionalità del servizio e la qualità della cucina sono stati gli ingredienti giusti per concludere la nostra ultima serata a Capri soddisfatte e contente.

 

Ed è così che termino il mio racconto/guida per la terza isola delle meraviglie della mia regione.

Nel caso fosse interessati a sapere di più anche su Ischia e Procida (cliccate sui nomi per i rispettivi articoli) i miei racconti li trovate qui con tutte le curiosità da conoscere.

Grazie a questo breve, ma inteso soggiorno a Capri ho potuto ridare voce alla mia voglia di sentirmi libera, di muovermi, per così dire viaggiare senza pesi sul cuore, dopo un periodo duro e complicato per tutti.

Capri mi ha dato la possibilità di risentire l’euforia nella pancia il giorno prima della partenza, la voglia di vedere e fotografare tutto, il desiderio di non perdermi nulla per imprimerlo poi nei ricordi della mia vita, quelli che hanno sempre il volume più alto di tutti.

Capri mi ha ridato speranza e fiducia di poter rivolare sulla cima della mia vita facendomi diventare “altro”ogni volta che sdradico le mie radici: il mare, un campo di girasoli, un tramonto, un sorriso, il mondo.

Basta un passo dopo l’altro per scoprirlo. Ogni volta in ogni viaggio.

 

Al prossimo racconto.

 

Vi ricordo che per tutte le foto e video live potete trovarmi sul mio profilo Instagram  @veryblond 

XOXO

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *