Trekking sul Monte dell’Avvocata

Posted on

Siete alla ricerca di scenari mozzafiato, profumi di natura e scorci che riempiono occhi e cuore?

Vi consiglio, allora per la rubrica trekking, l’escursione sul Monte dell’Avvocata, in Campania.

La mia regione, come ben sapete, dato che ve ne ho suggeriti tanti a riguardo, è ricca di sentieri naturalistici che propongono delle esperienze davvero emozionanti.

Il sentiero del Monte dell’Avvocata è un itinerario molto suggestivo nel quale sacro e profano, panorami mozzafiato sul golfo di Salerno e sulla Costiera Amalfitana, ed immersioni in boschi di querce e castagni, si mescolano straordinariamente. Gli ampi spazi che si affacciano sul mare spingono il visitatore verso la contemplazione dell’infinito. Ed infatti, descriverei questa affascinante escursione proprio con la parola “infinito”, perché sarà proprio quello che avrete modo di ammirare in diversi punti del percorso.

Sentiero Monte dell'Avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

Prima di iniziare però ad illustrarvi nel dettaglio il cammino, vi lascio le informazioni utili ed importanti da salvare.

  • L’accesso è da Cava de’ Tirreni in particolare dall’Abbazia Benedettina di Badia.
  • Distanza 14 km
  • Difficoltà medio/alta
  • Durata percorso 7/8 ore totali
  • La segnaletica da seguire è il sentiero bianco – rosso 300 CAI Alta Via dei Lattari

Anche in questo caso, come vi raccomando sempre, l’equipaggiamento dovrà essere adatto per l’escursione: abiti comodi, cappellino, crema solare, scarpe da trekking e grandi quantità di acqua.

Pronti a respirare un’estasi di profumi montani e marini?

Seguitemi allora in questa nuova entusiasmante avventura!

Sentiero monte dell'Avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

 

Da dove parte il sentiero

Il punto di partenza del sentiero dell’Avvocata è Badia, frazione di Cava de’ Tirreni, più precisamente dall’Abbazia Benedettina della Santissima Trinità a 380 metri sul livello del mare.

Abbazia Benedettina Badia.

Abbazia Benedettina della Santissima Trinità, Badia Cava de’ Tirreni.

Poco distante dall’Abbazia c’è un parcheggio dove è possibile lasciare l’auto gratuitamente. Questo percorso era tanto apprezzato, nel ‘700, anche dal nobile inglese Henry Swinburne che amava passeggiare nei boschi della Costiera Amalfitana durante i suoi soggiorni italiani. E non gli si può dare torto poiché, già dalla partenza, l’escursione vi incanterà. Arrivati davanti al sagrato, il sentiero inizia scendendo sulla sinistra attraversando un ruscello. Superato il ponticello si gira a destra dove c’è un bivio. A questo punto bisogna proseguire a sinistra per dare l’inizio effettivo al nostro sentiero dell’Avvocata.

monte dell'Avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

Come prosegue

Dopo circa quaranta minuti di cammino, in cui si respirano tutti i profumi del sottobosco, di querce e di castagneti, ci si imbatte in un altro ruscello che prende il nome di Capodacqua (570 metri sul livello del mare). Il punto è molto suggestivo perché si tratta di un vero e proprio corso d’acqua con molte ramificazioni. Sembra di catapultarsi in uno scenario fiabesco dove non risulterebbe anomalo incontrare un elfo o un grazioso gnomo.

monte dell'avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

Proseguendo verso sinistra, si arriva alla Cappella Vecchia, dove una piccola cappellina, con camino e giaciglio,  offre riparo ai viandanti in pellegrinaggio nei mesi invernali. Da questo spiazzale si inizia a godere di un panorama da togliere il fiato sul Golfo di Salerno e sulla Costiera Amalfitana.

monte dell'avvocata cappella vecchia.

Cappella Vecchia, Monte dell’Avvocata.

Con chiarezza si scorge la spiaggia di Vietri con i suoi scogli “Dei Due Fratelli”, che come la leggenda narra, sono lì, per onorare la memoria dell’amore che due pastori fratelli, provarono per una ragazza che cercarono di salvare in mare, non riuscendovi, e rimando anch’essi sconfitti dalle onde.

monte dell'avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

Continuando il tragitto, dopo un lungo cammino tra vegetazione e sentieri stretti e numerosi saliscendi, si arriva ad Acquafredda. Si tratta di una sorgente di acqua naturale fresca che sgorga ininterrottamente. Qui è possibile fare rifornimento all’ombra dei grandi alberi, rifocillandosi e ricaricando le energie.

Dove termina

Da Acquafredda si riprende il cammino verso il Santuario dell’Avvocata. La stanchezza inizia a farsi sentire, ma la voglia di scoprire e superare i propri limiti si pone davanti ad ogni difficoltà.

Scavallata l’ultima cima, davanti agli occhi si dipingerà la spettacolare veduta su Maiori, Amalfi, la splendida Atrani, e più in alto, l’elegante Ravello, fino a Conca dei Marini: un’emozione indescrivibile! L’infinito, di cui vi parlavo all’inizio del racconto, qui raggiunge l’apice della sua meraviglia!

monte dell'avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

monte dell'avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

Dopo qualche passo si giunge, finalmente, al Santuario dell’Avvocata, meta finale dell’escursione. Questo Santuario fu eretto sulla grotta dove il pastorello Gabriele Cinnamo, sul finire del ‘400, vide apparire la Madonna. E da allora migliaia di fedeli vi accorrono, il lunedì dopo la Pentecoste, per manifestare la loro devozione.

monte dell'avvocata.

Panorama dal Santuario dell’Avvocata.

In questo ambiente, circondato da bellezza e spiritualità, ci rilassiamo distesi sull’erba, ammirando con entusiasmo e gioia il magico panorama che ci avvolge a 360 gradi. E’ grande la soddisfazione che si prova per aver raggiunto con le proprie gambe un luogo così evocativo.

santuario monte dell'avvocata.

Santuario Monte dell’Avvocata.

Ma dopo un po’ è tempo di riprendere la strada del ritorno. Ripercorrere il sentiero, tra gole di roccia, selve, fiori, e panorami incredibili, pur avendo la stanchezza che scalpita, continua ad essere piacevole come se fossimo spinti da una forza superiore. Raggiunto il punto di partenza, ossia la Badia, abbiamo avuto la piena certezza che quest’esperienza rimarrà custodita per sempre nel cuore e nell’anima.

monte dell'avvocata.

Sentiero Monte dell’Avvocata.

Consiglio vivamente anche a voi di mettervi alla prova in questa escursione, poiché è proprio percorrendo questo cammino che si vive appieno la magnificenza dei Monti Lattari, osservati da un punto di vista differente da quello a cui siamo abituati.

Sapevate che i Monti Lattari sono molto estesi? Il mitico sentiero CAI 300 Alta Via dei Lattari, che va dalla frazione di Cava fino a Punta Campanella, è lungo infatti più di 90 chilometri.

Vuoi conoscere altre escursioni da fare in Costiera Amalfitana?

Leggi anche il sentiero di Punta Campanella,

il Sentiero degli Dei,

il Sentiero dei Limoni,

oppure quello della Baia di Ieranto.

Al prossimo trekking.

Mi trovate anche su Instagram @veryblond

 

2 Responses
  • Marina
    18 . 05 . 2022

    Descrizione perfetta. Le location sono molto eleganti e il percorso riserva scenari mozzafiato. Sarebbe bello poter esaudire un sogno, quello di poter andare.

    • Veronica D'Onofrio
      24 . 05 . 2022

      Grazie mille 🙂 Si, gli scenari lasciano senza parole e consiglio a tutti di provarlo anche solo una volta nella vita perché le emozioni che si provano sono davvero infinite!

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.